SABATO 3 DICEMBRE ore 21 

DA QUANDO HO FAMIGLIA, SONO SINGLE!

DA QUANDO HO FAMIGLIA, SONO SINGLE!

di

Riccardo Piferi, Claudio Batta

con

Claudio Batta

regia

Riccardo Piferi

produzione

Officina falso movimento s.r.l.

Cosa c’è di più bello che avere un figlio? Niente, salvo, forse, avere un figlio che nasce già educato.

 

Perché la grande gioia del nuovo arrivo, piano piano, si stempera col crescere delle responsabilità educative.

Il genitore si chiede continuamente sarà giusto quello che faccio?

Mia madre faceva così, il pediatra dice il contrario e io faccio come mi dice la portinaia che ha cinque figli.

Poi crescono, diventano adolescenti e allora tutti consigliano di usare il dialogo per mantenere l’armonia tra genitori e figli. Ma tutti sanno che parlare con un adolescente è difficile... è più facile parlare col servizio clienti di Fastweb.

È dura, discutere col proprio figlio quando poi ti risponde:

“Guarda che non sono mica stato io a chiedere di venire al mondo!”

 

Il genitore è un mestiere che si impara facendolo e spesso sono gli errori che insegnano più dei consigli. Poi, per aiutarti ad educare (si fa per dire) ci sono: la scuola, gli amici, i nonni, la tv e le tate. Tutte figure che se una coppia le valutasse per quelle che sono, alla domanda: - Facciamo un figlio? - La risposta sarebbe sempre: - Prendiamo un cane!-

“Da quando ho famiglia, sono single!” è uno spettacolo che parla con competenza di queste cose senza averle capite. Che affronta i modi per creare gli uomini e le donne del futuro con l’unico metodo possibile: una serie di colpi di fortuna. Lo spettacolo è ricco di umorismo raffinato alternato ad una comicità irresistibile. Si ride molto, ma si prova anche una grande tenerezza nei confronti di una generazione (la nostra) che è ancora in bilico tra l’essere figlio e diventare genitore.

 

RASSEGNA STAMPA

Sul palcoscenico quattro pannelli bianchi e un ingresso centrale. Claudio Batta alterna momenti in cui racconta – tra battute esilaranti e con consapevolezza – la difficile esperienza del rapporto fra padri e figli confrontandola con quella dei suoi tempi, ad altri – più impegnati – in cui si cala nei panni di una sfaccettata serie di personaggi”.

Andrea Pietrantoni, persinsala.it

Scegli il tuo posto e acquista i biglietti on-line